VENTO DI LEGALITÁ

La Costituzione italiana

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è whatsapp-image-2019-12-17-at-09.40.03.jpeg

In termini generali è la legge fondamentale dello Stato, quella che indica interessi e valori da salvaguardare e le modalità con cui attuarli. E’ l’ispiratrice di tutte le regole giuridiche o leggi, quella da cui tutte derivano, quella che nessuna norma può disapplicare o non prendere in considerazione. La Costituzione è anche il testo che stabilisce l’ordinamento di uno Stato, ovvero ne individua la forma. La Costituzione sancisce quali organi esercitano la sovranità, come vengono formati, di quali competenze dispongono, in che modo la stessa sovranità viene distribuita sul territorio.

Quella italiana è una Costituzione:

Scritta:  perchè espressa in un documento formale, senza rimandi a norme accettate per consuetudine e/o tramandate oralmente.

Rigida:   perchè può essere modificata solo con procedure parlamentari rafforzate.

Lunga: perché sono esplicitati e descritti nel dettaglio i principi, i diritti e i doveri dei cittadini ma anche i meccanismi che regolano la vita del Paese. 

Votata:  perchè è approvata democraticamente da tutti i cittadini.

Compromissoria: perchè frutto di una particolare collaborazione tra tutte le forze politiche uscenti dal Secondo conflitto mondiale.

Democratica: perchè il popolo partecipa alla vita dello Stato ed esercita la sovranità.

Programmatica: perchè è un programma che le forze politiche devono attuare e rispettare.

  • 10 gennaio 2020 di

    Principi fondamentali: Artt 1-12

Visualizza tutti gli articoli